Arte Integra
(movimento creativo)
Nasce Arte Integra, una libera associazione di donne e uomini attivi negli
ambiti dell’arte, della cultura e del sociale.
Ci unisce la comune idea che l’arte sia un linguaggio universale capace di
veicolare valori di condivisione, fratellanza, rispetto, solidarietà.
Anzi crediamo che l’Arte in quanto tale, cioè espressione dell’animo umano
destinata ad essere fruita dagli altri, li rappresenti.
In particolare Arte Integra nasce dall’impulso di alcuni artisti africani residenti
da diverso tempo in Italia e per questo vorremmo maggiormente occuparci, in
ambito artistico, della mescolanza delle diverse culture e tradizioni che oggi si
intrecciano nel mediterraneo, oltre il concetto di multiculturalismo,ma
guardando ad una società nuova dove cresce senza paura un nuovo uomo
memore e orgoglioso dei suoi retaggi, ma figlio di questi incontri.
Un’utopia in questi tempi di paura, una visione di un mediterraneo che torni ad
unire i popoli e da questa unione si scopra più ricco e più forte.
Proprio in questi tempi così difficili e minacciosi è nostro compito ricordare a
tutti che “solo l’uomo salverà l’uomo”, solo il dialogo e la comprensione.
Noi sentiamo il dovere di fare la nostra parte, armati di pennelli, scalpelli,
penne, colori, parole e musica desideriamo rivolgerci alla “gente comune”,
trovare spazi e pretesti per condividere le nostre arti, le nostre idee,
direttamente nei tessuti sociali e nei loro contesti quotidiani.
Siamo sparsi un po’ ovunque, in giro tra l’Italia, l’Europa e l’Africa ma abbiamo
eletto come “casa” il quartiere Pigneto a Roma, perchè in esso è in atto un
conflitto importante che ci interessa da vicino. Un concentrato emblematico
delle problematiche scaturite dalla presenza massiccia di giovani e nuovi
migranti, di gruppi familiari stranieri ormai stanziali, in un territorio popolare e
complesso.
Ma al tempo stesso al Pigneto s’intuiscono le straordinarie positive potenzialità
che l’incontro di diverse culture, l’intrecciarsi delle storie di vita,
apporterebbero al territorio se, abbandonate le reciproche diffidenze, le
persone di buona volontà unissero i loro sforzi per affrontare i problemi.
Insomma al Pigneto è evidente il bivio in cui si trova la nostra società e noi
vogliamo dare il nostro contributo affinchè si scelga la strada dell’inclusione e
del rispetto piuttosto che quella dell’egoismo.
Così la nostra base non sarà una vetrina del centro ma lo spazio su strada di
una cooperativa sociale che lì vicino gestisce la libreria Lo Yeti.
Lo spazio M.in.i. dello Yeti in via Pesaro 22, sarà la nostra base di partenza per
contaminare il territorio con le nostre opere e le nostre iniziative e, soprattutto,
sarà il punto di snodo di una rete che speriamo possa allargarsi il più possibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...